Plunge meets Standards

flyer

 

Venerdì 19 febbraio Plunge e Standards inaugurano un percorso di sinergia artistica e curatoriale con i live di Giovanni Lami ed Enrico Coniglio

 

 

Venerdì 19 febbraio Plunge e Standards inaugurano una sinergia artistica e curatoriale presentando i live di due protagonisti della ricerca sonora in Italia.  Giovanni Lami presenterà il suo lavoro “Bias”, una ricerca iniziata tra giugno e luglio 2015 attraverso due residenze (in Austria all’Hotel Pupik ed in Grecia sull’isola di Syros, assieme a Michael Pisaro). Diversi nastri magnetici sono stati sepolti per mesi in diverse condizioni ambientali, facendo sì che il materiale ferromagnetico di supporto ed il supporto plastico stesso del nastro venissero degradati in modo totalmente imprevedibile. Questi sono stati successivamente “riciclati” e utilizzati su diversi registratori a bobina, andando ad “appoggiare” tutto lo sviluppo del progetto sull’aumento del rumore di fondo causato dalla degradazione ambientale, restando sempre in una zona grigia di confine sonoro dove ogni piccolo evento colpisce ed influenza tutti gli altri in un cambiamento incessante. Tale ricerca sarà accolta negli spazi di Standards durante i giorni 18 e 19 Febbraio come uno studio aperto, dove la performance finale si presenterà chiaramente come un continuum di tale esperienza. Il disco uscirà per l’etichetta inglese Consumer Waste il prossimo Aprile.
A seguire, Enrico Coniglio presenterà  i risultati di ricerca sul campo svolta per l’occasione di alcune recenti esperienze di residenza artistica, a partire dall’indagine sul concetto di “aree a margine”, spazi dinamici, di conflitto e mediazione tra parti del paesaggio, dove i fenomeni acustici si incontrano dando origine ad una multidiversità e ricchezza che sta alla base di un nuovo concetto di peculiarità del sito (“topofonia”, l’insieme dei suoni autoctoni che appartengono ad un dato luogo e tempo). Al pubblico sarà proposta una sessione di ascolto intitolata “Acque lotiche/Acque lentiche”, basata su field recordings trasferiti su supporto digitale ed analogico, per una esecuzione live che muove da una narrazione del paesaggio sonoro documentato, concreto, ma che non rinuncia ad una sua reinvenzione immaginativa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...